Sei qui: Home Università Post-laurea Tirocini Formativi Attivi

Tirocini Formativi Attivi


TFADal 4 maggio al via le iscrizioni ai test preliminari. Con il decreto direttoriale n. 74 del 23 aprile 2012 vengono stabilite le modalità per affrontare i test preliminari e le successive prove di selezione per accedere ai Tfa, i Tirocini formativi attivi.
I Tfa permetteranno di conseguire l’abilitazione all’insegnamento e accedere così al concorso della scuola.
Il Tirocinio Formativo Attivo sostituisce la SISS per diventare insegnante.

Il Tirocinio Formativo Attivo (TFA) è un corso abilitante all’insegnamento istituito dalle università. Esso ha durata annuale e attribuisce, tramite un esame finale - sostenuto davanti a una commissione mista composta da docenti universitari, un insegnante “tutor” in ruolo presso gli istituti scolastici e un rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale (USR) o del MIUR - il titolo di abilitazione all’insegnamento in una delle classi di abilitazione previste dal DM 39/1998 e dal DM 22/2005, sino a quando tali decreti non saranno sostituiti.
Il TFA è attivato per ciascuna classe di abilitazione secondo il fabbisogno.

Il Tirocinio Formativo Attivo consiste di tre gruppi di attività: 1) insegnamenti di materie psico-pedagogiche e di scienze dell’educazione; 2) un tirocinio svolto a scuola sotto la guida di un insegnante tutor, comprendente una fase osservativa e una fase di insegnamento attivo; 3) insegnamenti di didattiche disciplinari che vengono svolti in un contesto di laboratorio mirante a stabilire una stretta relazione tra l’approccio disciplinare e l’approccio didattico. Allo scopo, nei laboratori, è prevista una collaborazione tra docenti universitari, che li dirigono, e gli insegnanti tutor.

L’attività di tirocinio nella scuola si conclude con l’elaborazione di una relazione di tirocinio di cui è relatore un docente universitario e correlatore l’insegnante tutor che ha seguito l’attività di tirocinio.

Con il decreto direttoriale n. 74 del 23 aprile 2012 vengono stabilite le modalità per affrontare i test preliminari e le successive prove di selezione per accedere ai Tfa, i Tirocini formativi attivi
I Tfa permetteranno di conseguire l’abilitazione all’insegnamento e accedere così al concorso della scuola.
Presentati da parte degli atenei i bandi di concorso per i tirocini, dal 4 maggio al 4 giugno è possibile iscriversi ad una selezione utilizzando esclusivamente la procedura online predisposta dal ministero sul sito del Cineca.
Per iscriversi al test e alle successive prove di selezione occorre registrarsi sul sito del Cineca e scegliere la classe (o le classi) di concorso e l’ateneo presso cui frequentare il Tfa.
La procedura di iscrizione al test relativo a ciascuna classe di abilitazione si conclude con il pagamento del contributo all’Università scelta dal candidato; l’ammontare del contributo è comunicato dall’università stessa. La ricevuta del pagamento costituisce prova dell’avvenuta iscrizione e deve essere presentata il giorno del test.
Per ulteriori chiarimenti, consulta la guida all’iscrizione.

Il test è identico su tutto il territorio italiano per ciascuna classe di abilitazione e si svolge secondo un calendario definito a livello nazionale. I test si tengono nei giorni 6, 9, 10, 11, 13, 17, 18, 19, 20 e 23 luglio 2012 e sono organizzati in tre sessioni giornaliere: una mattutina alle ore 10 e due pomeridiane che si tengono contemporaneamente a partire dalle 15.30. Il test comprende 60 domande, ciascuna formulata con quattro opzioni di risposta. 10 fra queste sono volte a verificare le competenze in lingua italiana, anche con riferimento alla comprensione di uno o più testi scritti. Gli altri quesiti sono inerenti alle discipline oggetto di insegnamento della classe. Per lo svolgimento del test è assegnato un tempo di tre ore.

Possono accedere alla prova scritta e alla prova orale i candidati che hanno conseguito una votazione non inferiore a 21/30 nelle prove precedenti. Il superamento della prova orale con un punteggio non inferiore a 15/20 è condizione per l’accesso al Tirocinio Formativo Attivo in relazione al posizionamento in graduatoria rispetto ai posti disponibili. I contenuti e il calendario delle prove scritte e orali sono predisposti autonomamente dall’ateneo.

Per ciascuna classe di abilitazione l’ateneo formula la graduatoria finale. In caso di parità di punteggio, prevale il candidato che abbia una maggiore anzianità di servizio nelle istituzioni scolastiche; nel caso di ulteriore parità, prevale il candidato più giovane. L’ammissione al Tfa avviene secondo l’ordine della graduatoria per ciascuna classe di abilitazione, per un numero di candidati non superiore al numero dei posti disponibili per l’accesso indicato nel bando. In caso di collocazione in posizione utile in graduatoria relativa a classi di abilitazione diverse, il candidato deve optare per l’iscrizione e la frequenza di un solo corso di Tfa.

www.tirocinioformativoattivo.com/

Consulta le FAQ

www.tirocinioformativoattivo.com/faq-tirocinio-formativo-attivo.html