Bandi di concorso

Concorso 15 posizioni cat. C1 Area Amministrativa - Università di Bologna

Concorso 15 posizioni cat. C1 Area Amministrativa - Università di Bologna

L'università degli studi di Bologna ha indetto concorso pubblico per esami finalizzato alla selezione di 15 posizioni cat. C Area Amministrativa da impiegare per l'amministrazione generale delle strutture dell'Ateneo

Requisiti di partecipazione

Possono partecipare alla selezione coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:

1) cittadinanza italiana (gli italiani non appartenenti alla Repubblica sono equiparati ai cittadini italiani), cittadinanza di uno degli Stati membri dell'Unione europea o loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro purché titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;

2) essere in possesso del diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale. Saranno inoltre ammessi i titoli di studio dichiarati equipollenti dalla normativa vigente. Il candidato in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, può partecipare alla selezione allegando alla domanda la dichiarazione di equipollenza rilasciata ai sensi della vigente normativa, oppure, qualora non ne sia in possesso, la ricevuta di avvio della procedura di equivalenza del proprio titolo di studio a quello richiesto dal bando, secondo la procedura di cui all’art. 38 del D. Lgs. 165/2001 (per la procedura di rilascio consultare la pagina http://www.funzionepubblica.gov.it/strumenti-e-controlli/modulistica). La procedura di equivalenza deve essere avviata entro la data di scadenza del bando. La documentazione comprovante l’equivalenza del titolo straniero dovrà in ogni caso essere prodotta all’Amministrazione prima della presa di servizio e comunque, a pena di decadenza dalla posizione occupata in graduatoria, non oltre 180 giorni dalla data di pubblicazione del decreto di approvazione atti sul Bollettino Ufficiale d’Ateneo. Si evidenzia che non possono essere allegate semplici Dichiarazioni di Valore. La ricevuta di invio (PEC o Raccomandata) della richiesta di equivalenza del titolo di studio dovrà essere inserita negli appositi spazi previsti all’interno della domanda di concorso.

3) godimento dei diritti civili e politici (anche negli Stati di appartenenza o di provenienza per i cittadini non italiani);

4) età non inferiore agli anni 18;

5) di non aver mai riportato condanne penali e di non aver procedimenti penali in corso; in caso contrario indicare le condanne riportate (la data del provvedimento e l’autorità giudiziaria che lo ha emesso) ed i procedimenti penali pendenti. La sussistenza di una pregressa condanna penale non è di per sé causa ostativa all'assunzione, a meno che si tratti condanna per un reato che impedisca la costituzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione perché da esso deriva l'interdizione dai pubblici uffici, o l'incapacità di contrarre con la p.a., o l'estinzione del rapporto di impiego (artt. 28, 29, 32-ter, 32-quater, 32-quinquies Cod. Pen., artt. 3,4, 5, L. 27 marzo 2001, n. 97). Negli altri casi, sarà cura dell'Amministrazione accertare autonomamente la gravità dei fatti penalmente rilevanti compiuti dall'interessato, ai fini dell'accesso al pubblico impiego. Tale controllo è effettuato con lo scopo di accertare la sussistenza dell'elemento fiduciario che costituisce il presupposto fondamentale del rapporto tra datore di lavoro e lavoratore, nonché ai fini della valutazione dell'esistenza dei requisiti di idoneità morale ed attitudine ad espletare attività di pubblico impiegato;

6) non essere stati esclusi dall'elettorato politico attivo, né essere stati licenziati per motivi disciplinari, né destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile, ovvero con mezzi fraudolenti;

7) i cittadini stranieri, così come individuati al punto 1 devono possedere, ai fini dell'accesso ai posti della pubblica amministrazione, i seguenti requisiti: a) godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;

b) essere in possesso, fatta eccezione per la titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;

c) avere adeguata conoscenza della lingua italiana; d) essere in possesso del titolo di studio richiesto all’art. 2 punto 2) o, in alternativa, di un titolo di studio dichiarato equipollente dalle competenti autorità ai sensi dell’art. 38, comma 3. del D.Lgs. 165/2001.

 

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro le ore 13.00 del giorno 2 novembre 2022.

Per consultare il bando integrale e avere maggiori infomaizioni sulla modalità di partecipazione visionare la pagina specifica dell'ente

https://www.unibo.it/it/ateneo/concorsi-e-selezioni/bandi-e-avvisi-ta/2022/bando-ta-rif-6100

Cerca nel sito